App per blogger e giornalisti: con Storyo le immagini diventano storie

Si chiama Storyo. E’un’app che crea in automatico video-storie partendo dalle foto presenti in un tablet o uno smartphone e consente di pubblicarle insieme a testi, audio e informazioni sulla posizione. E’scaricabile gratuitamente su dispositivi iOS, Android e Fire OS.

Si tratta di un’applicazione che può risultare molto utile a chi fa informazione, consentendo di aggiungere un po’ di interattività alle fotografie: è possibile, ad esempio, realizzare un breve montaggio multimediale di immagini e audio per raccontare efficacemente, in pochi passi, un fatto di cronaca o un evento e condividere velocemente il proprio lavoro sui social media o su un blog.

Come funziona

Una volta aperta l’applicazione, è possibile importare le immagini desiderate direttamente dalla galleria fotografica del dispositivo. Ci sono due opzioni: toccare ogni foto singolarmente, oppure selezionare la prima e l’ultima di una serie per aggiungerle tutte insieme automaticamente.

A questo punto, c’è la possibilità scegliere che l’applicazione visualizzi solo le immagini geolocalizzate e le disponga in sequenza, rendendo così il racconto da specifici eventi o luoghi più semplice ed efficace.

L’applicazione richiederà solo pochi istanti per creare un video di default di 15 secondi completo di suono e testo. Il numero massimo di immagini cosnsentito è 18, mentre la durata del video può essere impostata a 15, 30 o 60 secondi.

Storyo offre poi una gamma di stili di animazione e colonne sonore tra cui scegliere, con possibilità di caricare queste ultime dal menù ‘musica’ interno all’app o dalla libreria musicale del dispositivo.

Per modificare il primo testo etichetta che vedranno i fruitori del video, quello cioè che agisce come titolo per il montaggio, basta cliccare su ‘modifica’. In questa sezione è possibile anche rimuovere le immagini da ogni sequenza e modificare la posizione, con l’app a suggerire luoghi più generali o specifici.

Se, invece, si desidera rimuovere le mappe e mantenere solo le immagini e la colonna sonora, è possibile farlo nel menu ‘opzioni’, dove le mappe e le posizioni possono essere disattivate.

Quando tutto è impostato al meglio, non resta che toccare l’icona di esportazione nella parte inferiore dello schermo per salvare il video, o condividerlo direttamente su Facebook, via messaggi o e-mail.

Fabio Carlini

Giornalista ed esperto in comunicazione, è affascinato dal variegato universo delle start-up del web, che è al centro, non di rado, dei suoi sforzi e delle sue velleità creative.

Lascia una recensione

avatar