Innovazione, all’IW16 quattro giorni tutti per lei

Innovazione. E’ la parola ‘magica’ dei nostri tempi. Tutti ne parlano. Alcuni ne abusano, svilendola. Altri, per fortuna, se ne occupano con cognizione e competenza, alimentandola e sostenendola. E’ certamente questo il caso dei protagonisti dell’Edison Innovation Week 2016, in programma da domani, 7 giugno, fino al 10, presso Palazzo Edison a Milano.

Al centro della scena nelle 4 giornate dell’IW16 i maggiori esperti e professionisti impegnati in ambito innovazione e tecnologia. Fittissimo il calendario degli incontri ed eventi tematici, tra assoli, barcamp, talk e proiezioni. Da segnalare tra gli assoli quello sul futuro del giornalismo ‘The new future of journalism‘, a cura di Luca Sofri, direttore de ‘Il Post’.

Ma gli argomenti saranno numerosissimi. Il tema innovazione sarà sviscerato e affrontato in tutte le sue declinazioni e da diversi punti di vista, quelli dei tanti scienziati, startupper, inventori, makers, ricercatori, imprenditori, fabbers, appassionati di open innovation che animeranno la quattro giorni milanese: oltre 40 guest speaker e decine di giovani startupper si alterneranno sul palco dell’Edison Innovation Week.

Ecco alcune anticipazioni sugli appuntamenti del festival. Martedì 7 giugno, Internet Day by Day, mercoledì 8 giugno Making Stuff, giovedì 9 giugno Sharing Planet, venerdì 10 giugno Startup. E tra i tanti incontri tre appuntamenti imperdibili: la presentazione del Rapporto Cotec-Censis 2016 sulla Cultura dell’Innovazione; la proiezione del documentario “Login, il giorno in cui l’Italia scoprì Internet”, scritto da Riccardo Luna per la regia di Alice Tommasini e prodotto da StartupItalia! con Rai Cultura; la presentazione di Edison for Nature con il pluripremiato Gabriele Mainetti.

Il Palazzo Edison diventerà anche uno spazio interattivo con diverse aree dedicate alla scoperta delle migliori invenzioni tecnologiche della storia e delle startup di oggi, la smart city del futuro e l’evoluzione dell’Internet of Things.

Nativi digitali e impresa: i migliori progetti a BIZ Factory

A BIZ Factory si premiano le imprese del futuro. Dal 6 al 7 giugno a Milano, presso l’UniCredit Pavilion (Piazza Gae Aulenti) ‘va in onda’ il finale di una manifestazione che ha visto la partecipazione di 13.000 ragazzi tra i 16 e i 19 anni, 650 mini-imprese, per 90 studenti giunti alla finale con 24 progetti.

L’iniziativa, giunta ormai alla tredicesima edizione, premia la creatività e lo spirito imprenditoriale nella scuola superiore. La gara è promossa da Junior Achievement, associazione non profit attiva in 39 Paesi europei per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile e dell’alfabetizzazione finanziaria.

Martedì 7 giugno, a partire dalle ore 14 presso l’UniCredit Pavilion, la fiera si aprirà ai visitatori. Sarà così possibile conoscere le mini-imprese create dagli studenti-imprenditori di tutta Italia. Attraverso i 24 stand i più curiosi potranno farsi un’idea, parlando direttamente con chi li ha creati e immaginati, degli originali prodotti o servizi realizzati.

Alle 15, dopo l’intervento istituzionale di Oscar Pasquali, Capo Segreteria Tecnica del Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca, si aprirà il panel “Great conversation with…” nel quale alcuni esperti e imprenditori di fama si racconteranno agli studenti per ispirarli, motivarli e trasferire loro valori, passioni, know-how e coraggio.

Tra le 16 e le 16.30 sul palco salirà Niccolò Torielli, conduttore televisivo che ha accompagnato gli studenti durante tutta la competizione e, insieme a esponenti delle imprese partner di Junior Achievement, premierà il migliore progetto di imprenditorialità giovanile a scuola con il titolo di “Migliore Impresa JA 2016”. Saranno loro a rappresentare l’Italia alla prossima competizione europea di JA Europe. Verranno inoltre consegnati altri 4 premi: FedEx Innovation Award, The Walt Disney Company Italia Creativity Award, UniCredit Business Model Award, ABB Ecopreneur.